A Sorrento è il momento di una trasparenza effettiva nella gestione amministrativa

Uno dei temi caldi su cui si sta discutendo nel Consiglio Comunale di Sorrento è quello relativo al rapporto che intercorre tra la politica, la burocrazia municipale e il sistema delle cooperative cui vengono affidati servizi significativi di interesse pubblico.

L'attuale orientamento appare discutibile alla minoranza consiliare che ha anche contestato ai vertici amministrativi di intessere un rapporto privilegiato con le Coop, di non svolgere le gare per gli affidamenti e che gli stessi vengono rinnovati e prorogati alla scadenza con gravi ripercussioni sulla trasparenza amministrativa.

Altrettanto significative appaiono le scelte di parcellizzare conferimenti in più atti al fine di aggirare la soglia massima di 40mila euro per l'affidamento diretto. Questo modo di gestire la cosa pubblica non garantisce procedure trasparenti ed espone l'Amministrazioni non solo a critiche, ma anche a implicazioni di carattere giudiziario. Sarebbe perciò il caso che si attuasse una politica meno improntata alle logiche dell'appartenenza e più diretta a conseguire il soddisfacimento dei bisogni collettivi nel rispetto delle regole e a garanzia del pubblico interesse. Occorrerà approfondire i diversi aspetti del problema auspicando una maggiore sensibilità da parte di chi ha responsabilità di governo su questi temi di civiltà amministrativa.

Commenti

Post popolari in questo blog

Dal 1° Ottobre attivo il servizio aliscafi di Alilauro Gruson con partenza dal porto di Piano di Sorrento

Sorrento si ribella...Non è solo indignazione civica, ma voglia di cambiare!

La domenica infernale imposta ai Sorrentini da Mario Gargiulo&compagni