Conservatorio Santa Maria delle Grazie, accertamenti a 360 gradi sull'affaire più discusso del momento

Sorrento è rimasta davvero scossa dalla denuncia di Marco Fiorentino sull'avvenuta locazione di parte del Conservatorio di Santa Maria delle Grazie a un privato per uso attività alberghiera e commerciale. Ciò in dispregio delle finalità dell'Ente Morale - secondo la volontà della donatrice nobildonna Bernardina Donnorso - il cui presidente Antonino Pollio fino a questo momento non ha fornito una spiegazione veramente esaustiva della decisione adottata dal CdA, non si sa se col preventivo consenso dell'Amministrazione Comunale oppure no.

Ne vale la tesi dell'esigenza di fare cassa per l'Ente viste le cospicue entrate mensili garantite dalla locazione di numerosi esercizi commerciali che pagano fior di quattrini al Conservatorio e dello stesso Comune per i locali ivi detenuti. Entrate che, secondo i bene informati, dovrebbero garantire una più che sufficiente autonomia finanziaria all'Ente. La "moratoria" sulla discussione dell'argomento in Consiglio Comunale proposta dal Sindaco Giuseppe Cuomo a seguito dell'interrogazione presentata da Marco Fiorentino suggerirebbe la disponibilità a procedere a un'accurata verifica dell'operazione. Indiscrezioni riferiscono però di una possibile accelerazione avviata proprio in questi giorni per quanto concerne l'intervento edilizio previsto e autorizzato dal CdA al fine di adeguare la struttura alla nuova destinazione. Proprio questo aspetto appare il più delicato e potrebbe riservare qualche clamorosa sorpresa a seguito degli accertamenti avviati eche escluderebbero, sul piano urbanistico, la possibilità di un intervento di ristrutturazione edilizia dell'immobile interessato alla locazione.

Non solo! Se dovessero trovare confermare nelle prossime ore, sempre secondo indiscrezioni dal palazzo, alcune notizie circa l'esistenza di possibili autorizzazioni già acquisite oltre che sull'effettiva regolarità della delibera di locazione adottata dal CdA ed anche sulla partecipazione all'operazione di qualche soggetto imprenditoriale al momento nascosto, allora saremmo di fronte a un vero e proprio scandalo dagli esiti imprevedibili. Le verifiche sono in corso, a tutti i livelli, e potrebbero addirittura sfociare in una denuncia all'Autorità Giudiziaria per accertare eventuali irregolarità su cui, al momento, si stanno prima facendo scrupolose verifiche. 

Intanto sui social, in particolare su facebook, cresce il dissenso e si respira aria di mobilitazione civica su una questione che sembra davvero stare molto a cuore ai Sorrentini e che non lascia indifferenti le diverse anime della maggioranza che lasciano trapelare malumore e in qualche caso addirittura dissenso. Però frenano nel rendere pubblici questi stati d'animo per la delicatezza dell'attuale momento politico-amministrativo visto anche l'annunciato rimpasto di metà mandato.

Commenti

Post popolari in questo blog

La domenica infernale imposta ai Sorrentini da Mario Gargiulo&compagni

Sorrento si ribella...Non è solo indignazione civica, ma voglia di cambiare!

Marco Fiorentino: "Per tutelare il Conservatorio sono pronto ad agire in tutte le sedi"